TEMPO DI SUSSURRARE commedia in un atto unico

admin/ gennaio 12, 2016/ Archivio Spettacoli

Il Centro di Teatro Internazionale continua la sua
21-ma stagione “VIAGGIO NEL TEMPO”

“Tempo di sussurrare” commedia in un atto unico tratta dal “L’amante” di H.Pinter
Creazione e Regia di Olga Melnik
Light designer: Samuele Batistoni
Interpreti: Vasco Bonechi, Samuele Batistoni, Tiziana Fusco
Rassegna: « Atmosfere instabili » Torino – 2008
Premi: Miglior Attore a Samuele Batistoni, Migliore Regia al Festival “Le chiavi del teatro” di Montespertoli – 2010
Festival: Vetrina Nazionale a Castelfranco di Sotto (PI) – 2010

 

 

 

 

video promo: YouTube

Atto unico scritto nel 1962 e rappresentato l’anno successivo, “L’amante” non dimostra i suoi piu’ di cinquanta anni. C’è una coppia, un matrimonio, gli sprazzi di luce di una tensione erotica prossimi a sparire sotto le tombe della routine affettiva e, soprattutto, ci sono i tentativi di Richard e Sarah di far vivere di nuovo quella luce.
C’è, insomma, la fotografia dei molteplici aspetti della famiglia nella società moderna e l’analisi delle possibili deformazioni del rapporto di coppia.
Questo allestimento del C.T.I. privilegia gli aspetti ludici e provocatori del testo, valorizzandone il contenuto della problematica moderna.TEMPO DI SUSSURRARE[1]
Partendo dal particolare quotidiano di una famiglia, lo spettacolo allarga lo sguardo sulla crisi della coppia borghese, sui suoi riti rigidamente codificati e i suoi tabù, sulla difficile convivenza dell’affettivitàPICT3665 con il ritmo frenetico, crudele e svuotante della vita moderna,
“…Pinter rivela il baratro che si nasconde sotto le chiacchiere di tutti i giorni…”; e proprio la solitudine, la difficoltà e l’inadeguatezza della comunicazione, l’insicurezza, la fragilità e la nevrosi dell’uomo contemporaneo, tutte tematiche care al drammaturgo inglese, sono alla base de “L’amante” che ritrae con ironia e gusto per la trasgressione, la difficile convivenza tra due coniugi, costretti ad inventarsi degli stratagemmi, per riaccendere l’eros sterilizzato dalla convenzione matrimoniale, per sussurrare il loro grido d’aiuto.
I tabù della stereotipata coppia borghese sono un pretesto per raccontare la storia di un uomo e di una donna che si amano e vogliono perlustrare insieme le loro zone segrete, difendendo sempre e con ogni sforzo la loro intimità.
Il Centro di Teatro Internazionale con la regia di Olga Melnik ha realizzato “L’amante o tempo di sussurrare” , commedia mordace, divertente, allegra, provocatoria, affidata a tre attori “storici”, Tiziana Fusco, Samuele Batistoni e Vasco Bonechi, dai quali è riuscito a trarre l’estro, la fantasia, la disposizione comica, valorizzando, nel frattempo, la parola di Pinter per evidenziarne la forza rappresentativa, per sottolineare i confini tra gioco e verità.

PICT3446

 

 

Share this Post