GIOVANNI FARINA

All’interno del Progetto Regionale “Teatro in carcere” il Centro di Teatro Internazionale organizza la prima presentazione dei libri di Giovanni Farina presso la propria sede.
“NONOSTANTE I CACCIATORI DI UOMINI” autobiografia a cura C.Cavalleri
“ASPETTANDO IL 9999” poesie e scritti dall’ergastolo e dal 41bis
“FEMMINICIDIO DA OTELLO AI NOSTRI GIORNI” cura editoriale di Paola Ricciardi, illustrazioni di Enrico Guerrini
Giovanni Farina, nato in Sardegna nel 1950, pastore e poeta, sta scontando a Firenze il suo 40-mo anno di detenzione. Quando aveva due anni la sua famiglia di allevatori si trasferì a Prato, sui monti della Calvana. La sua complessa vicenda giudiziaria, iniziata con una detenzione per cui venne assolto, è segnata da due condanne per sequestro di persona, ma anche da assoluzioni, e da 16 anni trascorsi al 41 bis. La sua “via di fuga” è da molti anni la scrittura.
La serata letteraria sarà condotta da Laura Bardelli.